Hotel La Serena

la spiaggia

Il litorale sabbioso che dalla foce del Tagliamento (confine naturale che separa Bibione da Lignano, nonché il Veneto dal Friuli Venezia Giulia) si estende fino alla Laguna di Portobaseleghe, misura ben 10 chilometri. La sua peculiarità è di digradare dolcemente verso il mare dando quindi la possibilità ai più piccoli di giocare, in prossimità della battigia, godendo di un fondale molto basso. La qualità delle acque è indiscussa, essendosi Bibione per l’ennesima volta aggiudicato la blasonata Bandiera Blu, certificazione della qualità delle acque e della costa nonché della sensibilizzazione sui temi ambientali. Il tratto di spiaggia nel quale l’hotel dispone dei propri ombrelloni è gestito dalla Bibione spiaggia s.r.l, società bibionese che, grazie alla sua esperienza decennale garantisce ai bagnanti un intervento tempestivo e qualificato in caso di necessità con le sue 22 postazioni di salvataggio e 6 le stazioni di primo soccorso. Viene poi offerto gratuitamente il servizio di animazione, grazie al quale sia adulti che bambini si divertiranno svolgendo con gli animatori attività di vario genere. Infine, se avrete qualche richiesta o comunicazione, il personale addetto al customer service sarà a completa disposizione per rispondere ai vostri quesiti o per prendere nota delle vostre comunicazioni, in modo da migliorare il servizio offerto.

Udine

Udine è una cittadina di circa 175.000 abitanti ed è considerata la capitale storica e capoluogo odierno del Friuli. Le sua principale attrazione è senza dubbio Piazza libertà. In questa piazza infatti sorgono la Loggia del Lionello, splendida opera in stile gotico veneziano risalente al XV secolo, la Loggia di San Giovanni e la Torre dell’Orologio, entrambi costruiti nel XVI secolo. Da Piazza Libertà sarà possibile ammirare il Castello di Udine, l’imponente costruzione che domina il colle su cui sorge e l’intera città di Udine. Essa inizialmente utilizzata come fortificazione militare, successivamente come caserma. Attualmente il Castello ospita i Civici Musei e le gallerie di Storia ed arte di Udine. Un’altra importante attrazione è Pizza San Giacomo, conosciuta come piazza delle Erbe in quanto luogo dove si tiene dal 1800 tiene il mercato cittadino. Caratterizzata da un rialzo centrale, sopra il quale si svolge il mercato e dai portici che la circondano sui tre lati. Udine è anche famosa per i capolavori del Tiepolo, uno dei più grandi pittori del settecento italiano. Il luogo nel quale sarà possibile ammirare il maggior numero di opere è senza subbio il Palazzo Patriarcale, ma altre opere vi si possono trovare anche nel Duomo cittadino e nella cattedrale di Santa Maria Maggiore. Udine è anche famosa per i suoi numerosi parchi, aree verdi e giardini storici che la rendono una meta particolarmente desiderabile per coloro i quali amano lunghe passeggiate all’aria aperta.

Portogruaro

Portogruaro, detta anche “città dei portici“, è nata come porto fluviale nel XII. Essa grazie alla presenza del fiume Lemene godeva di una posizione strategica per il trasporto delle merci. Il suo edificio simbolo è sicuramente la Loggia Comunale (ora Municipio), situato nella centrale piazza della Repubblica. La loggia è caratterizzata da una facciata a spiovente e presenta una merlatura ghibellina. La piazza è ornata da una vera da pozzo (1494) opera di G. A. Pilacorte, con le due gru di bronzo, simbolo della città. Dietro al municipio, dove scorre il fiume Lemene, sarà possibile ammirare i mulini risalenti al XIV secolo, oggi adibiti a galleria d’arte. A Pochi passi dai mulini, si potrà scorgere il Duomo di S. Andrea costruito sul luogo dove prima sorgeva una chiesa romanica, di cui è stato però mantenuto il campanile. Passeggiando lungo il viale principale, Via dei Martiri della Libertà, sarà possibile ammirare una sfilata di palazzi in stile gotico veneziano, tra i quali degni di nota sono Palazzo Muschietti e Palazzo Moro. Altro luogo di interesse è poi la Villa Comunale, situata lungo Via del Seminario, parallela di Via dei Martiri della Libertà. Questa villa ospita al suo interno la Biblioteca Comunale e il Museo Paleontologico “M. Gortani”, attiguo ad essa sorge l’ immenso e incantevole parco. Consigliamo di visitare Portogruaro il Giovedì, giorno dedicato al tradizionale mercato cittadino, per godere al meglio lo splendore di questa piccola cittadina.

Treviso

Treviso è una meravigliosa città situata nel cuore della pianura veneta. Da sempre famosa per la sua cordialità dei suoi abitanti, da qui il famoso detto “Marca gioiosa et amorosa”.  Caratteristica peculiare della città è la presenza di numerosi corsi d’acqua che attraversandola e circondandola  le donano un’atmosfera suggestiva. L’ incantevole Piazza dei Signori è, per i trevigiani, considerata il simbolo della città. In questa  piazza si possono ammirare la Torre campanaria e il Palazzo dei Trecento, sedi storiche dell’amministrazione locale. Sotto il Palazzo dei Trecento si aprono grandi volte, dove i trevigiani si danno appuntamento per fare due “ciacole”. Intorno alla piazza sorgono le poi le chiese di San Nicolò del XIV secolo esemplare del Gotico italiano, San Francesco (dove sono sepolti Pietro Alighieri, figlio di Dante, e una figlia del Petrarca) e Santa Maria Maggiore. Gli scorci più suggestivi della città possono essere ammirati inoltrandosi nei vicoli che si diramano sulla zona retrostante Piazza dei Signori, tra i più importanti ricordiamo l’Isola della Pescheria situata al centro del Cagnan Grande, il Canale dei Buranelli, il ponte San Francesco con il mulino, il Ponte Dante con l’Università ed il Ponte S. Martino. Un’altra delle caratteristiche di Treviso, è la particolare decorazione delle case; un tempo infatti tutte le case delle famiglie abbienti erano abbellite all’esterno da estese decorazioni pittoriche. Queste, possono essere sia semplici motivi geometrici che vere scene mitologiche di epoca cinquecentesca, si possono ammirare ancora oggi in molte zone della città. La maggior parte di esse è concentrata nella zona attigua a Piazza Duomo, in via Riccati, via Canova e via della Roggia. Il centro storico di Treviso era circondato da una cinta muraria lunga quasi quattro chilometri, essa costruita in gran parte dai veneziani nel ’50, è stata poi contornata da un perimetro d’acqua per consentire una maggiore protezione della città, ricavato deviando i fiumi Sile e Cagnan . A consentire l’ingresso vi erano unicamente le due porte monumentali: quella Porta San Tommaso a nord e Porta Santi Quaranta ad ovest.

Padova

Padova, capitale economica del veneto, è una città culturalmente vivace con un patrimonio inestimabile di capolavori artistici ed architettonici. Primo tra essi, situata nel cuore dei giardini dell’arena, c’è la  Cappella degli  Scrovegni, massimo capolavoro di Giotto. Per la visita della Cappella occorre effettuare una prenotazione almeno 48 ore prima. In posizione attigua alle Cappella, meritano una visita i  Musei Civici Eremitani e  la Chiesa degli Eremitani (con affreschi di Guariento, di Giusto de’ Menabuoi e di Andrea Mantegna). Passeggiando poi lungo Corso del Popolo, e attraversando Piazza Garibaldi, ci si imbatterà nel Caffe’ Pedrocchi, uno dei locali storici più famosi d’Italia. Di fronte ad esso sorge il Palazzo Bo, sede dell’Università di Padova, fondata nel 1222, con il famoso  teatro Anatomico e la cattedra di Galileo Galilei. Davanti a questo palazzo i più fortunati assisteranno ai festeggiamenti e ai riti goliardici riservati ai neolaureati. La visita continua nelle splendide piazze delle Erbe e della Frutta, separate dall’imponente Palazzo della Ragione. Dalla suggestiva Piazza dei Signori, caratterizzata dalla presenza del Palazzo del Capitanio, sede dell’autorità governativa veneziana all’epoca della Serenissima, si può raggiungere poi il Duomo. Quest’ultimo vanta uno splendido Battistero custode di bellissimi affreschi di Giusto de’ Menabuoi. Camminando in direzione di Via San Francesco, si proseguirà svoltando in Via del Santo per la volta della Basilica del Santo, tempio di fede e scrigno di opere d’arte che ogni anno richiama milioni di fedeli. Sul piazzale antistante alla basilica  si trova la celeberrima statua di Erasmo da Narni detto il “Gattamelata”, opera di Donatello. Si prende poi via dell’Orto Botanico per raggiungere l’Orto Botanico universitario, il quale fondato nel 1545 risulta essere il più antico d’Europa. Attraversando poi Via Donatello, si arriva al famosissimo Prato della Valle, la monumentale piazza ellittica tanto cara ai padovani. Questa piazza, seconda per estensione solo alla Piazza Rossa, vanta 78 statue di personaggi illustri che hanno avuto legami con la città di Padova. Attorno alla piazza sorgono numerosi edifici storici, antichi palazzi e sul lato sud, l’imponente Basilica di S. Giustina, una delle più grandi d’Europa.

Venezia

Venezia è una città dove dormire in hotel da sogno, dove bere un thè in bar in stile, degustare piatti tipici, della tradizione culinaria veneta, in ristoranti caratteristici e fare shopping in negozi di lusso. Venezia è la culla dei capolavori architettonici: la Basilica di San Marco, il Palazzo Ducale, il teatro La Fenice, le chiese e ogni singola calle sembrano nate dal pennello di un sapiente pittore. Venezia è sinonimo di cultura e mostre d’arte: si va dall’arte antica a quella contemporanea, esposte nei musei permanenti e nelle mostre itineranti organizzate in occasioni speciali. È un crocevia di canali: il Canal Grande è un suggestivo percorso per ammirare gli splendidi palazzi in barca. Venezia è sinonimo dei “bàcari“, caratteristiche osterie dove si alzano i calici dai tempi di Casanova, e dove si assaggiano i “cicheti“, antipastini tipici della cucina veneta. Venezia è sinonimo di ricercato artigianato: potrete acquistare preziosi tessuti e broccati, vasi unici al mondo, tradizionali maschere in legno, mosaici; nelle calli più nascoste potrete ammirare artisti impegnati nella doratura di vecchie cornici o restauratori all’opera con mobili d’epoca. Venezia è una città da Mille e una notte: la luna riflessa sull’acqua, le dorature delle luci sui palazzi, la festa del Carnevale e le romantiche gite in gondola sui canali, sono momenti di pura magia. Venezia è poesia: si respirano atmosfere letterarie e storiche nel ricordo dei grandi personaggi del passato. Venezia è una città in cui è bello perdersi per scoprire nuovi scorci, meravigliosi palazzi, piazze inattese, giardini sempre verdi, mercati dagli intensi colori. Venezia è incantevole con il sole, misteriosa con la nebbia, suggestiva con la pioggia, è autentica e laboriosa la mattina presto, è silenziosa e discreta la sera.

la località

Bibione è una località balneare situata all’estremità sud-orientale della regione del Veneto, rinomata terra di storia e cultura. La Bibione che conosciamo oggi ha iniziato a svilupparsi negli anni 50, quando a seguito delle bonifiche del territorio, vengono costruite le prime strutture ricettive. Da allora si è evoluta ed è mutata, rispondendo tempestivamente alle esigenze di un mercato sempre più complesso ed articolato. Il segreto del suo successo è da attribuire senza dubbio alle capacità imprenditoriali degli operatori turistici e delle amministrazioni comunali che hanno saputo sfruttare le potenzialità del territorio, bilanciando sapientemente la preservazione ambientale con la costruzione di infrastrutture. Queste scelte lungimiranti hanno fatto di Bibione la seconda località balneare del Veneto e la terza d’Italia per il numero di presenze. Ad oggi la spiaggia continua ad essere la sua principale attrazione. Bibione infatti vanta un litorale sabbioso lungo ben 10 chilometri e largo in alcuni tratti addirittura 400 metri. Il litorale per le sue caratteristiche morfologiche permette la balneazione anche ai più piccoli, poiché esso declina dolcemente verso il mare. Bibione dispone anche di un centro Termale, dove grazie alle moderne attrezzature e al personale qualificato si ricevono cure termali di massimo livello. Il centro è inoltre dotato di palestre, una beauty farm all’avanguardia, piscine termali, saune, bagno turco e solarium che costituiscono una valida alternativa alla spiaggia in caso di giornate piovose. Tra le altre attrazioni del polo turistico bibionese possiamo annoverare gli innumerevoli percorsi ciclopedonali sia su strada che su sterrato. Il più importante dei quali è la passeggiata sul lungomare che si estende da Bibione Spiaggia a Bibione Pineda, dalla quale si può ammirare la bellezza della spiaggia. Meno frequentati ma dal punto di vista naturalistico più interessanti sono i tracciati di marcia, i quali, contrassegnati da tabelle colorate vi faranno godere degli scorci di spazi ancora incontaminati. I giovani ospiti che soggiorneranno a Bibione vivranno giornate indimenticabili all’insegna del divertimento, sia di giorno grazie al servizio di animazione gratuito effettuato in spiaggia, sia di sera presso il Luna Park o nei vari parchi tematici presenti nel territorio. Infine, gli appuntamenti ricorrenti (tra i quali il mercato cittadino, gli spettacoli pirotecnici, circensi, ecc.) accompagnati da un ricchissimo calendario delle manifestazioni contribuiscono ad allietare la permanenza dei turisti regalando loro vacanze memorabili